Audi R10 a Le Mans con il biodiesel

Sarà aggiunto al GTL, gasolio sintetico ricavato dal gas liquido

Fotogallery Per la prima volta un bolide scende in pista a Le Mans con il biodiesel nel serbatoio. Per la terza apparizione della Audi R10 TDI in programma il 14-15 Giugno il carburante sarà addizionato per la prima volta con una piccola quantità di biofuel di seconda generazione. Il suo nome è BTL Biomass To Liquids, viene ricavato da scarti organici come il legno da macero e promette una riduzione di CO2 almeno del 90% se paragonato al diesel tradizionale.
Alla 24 Ore di Le Mans del 2006 e del 2007 l’Audi R10 TDI, vincitrice assoluta, era alimentata con una speciale miscela con altissima percentuale di GTL. Con GTL si intende il processo sperimentato da Shell per ottenere da gas liquido (Gas to Liquid) il gasolio sintetico da gara.

Nonostante siano prodotti da diverse materie prime, i due carburanti alternativi BTL e GTL sono privi di zolfo e inodori e abbinano una combustione efficiente con minori emissioni. “Audi ha espresso da tempo il suo supporto per l’uso di biocarburanti di prossima generazione a Le Mans” ha spiegato Michael Dick, membro del consiglio di amministrazione della casa tedesca.

“Sottolinea il fatto che noi vediamo Le Mans come severo test per nuove tecnologie che saranno disponibili in futuro sulle auto per i nostri clienti”. In Francia l’ACO (Automobile Club de l'Ouest ) ossia la più grande associazione motoristica francese da l’opportunità di usare carburanti alternativi, e noi la sfrutteremo al massimo”.

Il V12 TDI dell’Audi R10 è già stato testato con successo con il nuovo carburante ed è apparso pubblicamente domenica scorsa al giorno ufficiale di prove a Le Mans, unica occasione per le squadre di percorrere i 13.629 km del percorso prima della corsa.

Autore: GIUSEPPE GANDOLFI

 

Segnala l'articolo:                         

Giudica l'articolo:

Lascia un commento

Aggiungi il commento