Ford Focus BEV Dal Cobo Center di Detroit al Regno Unito

Fotogallery Ford aveva annunciato allo scorso Salone di Detroit che la tecnologia sperimentale a bordo della Focus BEV (battery electric drive) sviluppata in collaborazione con Magna sarebbe stata introdotta dal 2011 in Nord America.

Lo staff della compagnia energetica Scottish and Southern Energy testerà quella stessa tecnologia, avendo a disposizione una flotta di prototipi a zero emissioni Focus BEVs. Non Detroit ma stavolta Hillingdon, ovest di Londra, il teatro di prova.

La flotta di BEV è finanziata in parte da fondi pubblici del Technology Strategy Board (TSB) che promuove progetti aziendali per la riduzione della propria CO2 beneficiando contemporaneamente il sistema dei trasporti britannico.

I programmi di sviluppo dei BEVs di Ford Europa sono condotti dal personale di circa 3000 unità del centro tecnico a Dunton, Essex. nel quale si sviluppano i sistemi powertrain di tutti i veicoli Ford europei, commerciali inclusi.

Sembra che Ford non abbia scelto a caso una compagnia energetica come tester, visto che per l'infrastruttura di ricarica dei prototipi è stato formato un consorzio tra Ford, Scottish and Southern Energy e la Strathclyde University. Dislocati a Hillingdon, i charging points saranno operativi a partire dal 2010.

Per Ford Europe "Lo sviluppo di questa flotta è l'ideale per provare le potenzialità di questa tecnologia nel Regno Unito e nei più ampi mercati Europei". Nel percorso di Ford verso la mobilità sostenibile secondo l'amministratore delegato di Ford Britain Joe Greenwell i veicoli elettrici a batterie sono un passo importante, ma è necessaria la collaborazione con diversi partner per un mercato fattibile di veicoli elettrici nel Regno Unito e in Europa.

Intanto si è realizzata una sinergia con il sindaco di Londra Boris Johnson, che vuole fare della città la capitale europea dei veicoli elettrici e che guarda al test di questa flotta come un importante passo affinchè diventino un oggetto di uso comune. Proprio Ford ha notato che il sindaco è stato un partecipante attivo nella propria sfida con Scottish and Southern Energy, che il produttore americano ha intrapreso sapendo che era necessario mostrare il successo della collaborazione con il governo locale.

Ford ha poi svelato che il sindaco di Londra si sta operando per fornire alla city una rete di 25,000 punti di ricarica entro il 2015, e aggiungere 1,000 veicoli elettrici alla flotta del Greater London Authority garantendo l'esenzione dalla congestion charge.

Con la Focus BEV si completa così la rosa europea di veicoli elettrici nella quale appare già il Tourneo Connect BEV presentato all'ultimo salone di Ginevra: ad "elettrificarlo" ci ha pensato Smith Electric Vehicles, un convertitore britannico specializzato in veicoli commerciali.

Con questo veicolo commericale la Focus BEV ha in comune la batteria al fosfato di litio, che permette al Tourneo Connect BEV un'autonomia di 160 km e una velocità massima di 120 km/h grazie ad una ricarica completa ad una presa standard in circa 6/8 ore.

Tags: batteria , zero emissioni , auto elettrica , Ford , Ginevra Motor Show , compagnie energetiche , Detroit Auto Show , istituzioni , finanziamenti , Magna

Autore: Giuseppe Gandolfi

 

Segnala l'articolo:                         

Giudica l'articolo:

Lascia un commento

Aggiungi il commento