Il Principato di Monaco vara un piano di mobilità elettrica

Partner del progetto l'alleanza Renault Nissan

Fotogallery Se nel prossimo GP del Principato di Monaco si vedranno oltre alle monoposto ferme per il rifornimento di carburante, anche auto elettriche attaccate alla spina, la cosa sarà del tutto normale.

Questo potrebbe rientrare nelle campagne di sensibilizzazione in seguito alla partnership tra Il Principato di Monaco e l’Alleanza Renault-Nissan per una mobilità ad emissioni zero a partire dal 2011.

Con l'aspirazione di essere tra i leader globali nella mobilità ad emissioni zero, l’Alleanza ha stretto quindi il secondo accordo con un paese europeo dopo il Portogallo. Nel 2012, Nissan e Renault estenderanno invece la commercializzazione dei veicoli elettrici a tutti i mercati mondiali.

Il piano utilizzerà i veicoli elettrici forniti dall’Alleanza e farà leva sulla vasta rete di ricarica delle batterie di alimentazione che verrà costruita sull’intero territorio monegasco nei prossimi due anni.

In occasione dell’Ever Monaco, la Conferenza e Esposizione Internazionale sui Veicoli Ecologici e sulle Energie Rinnovabili i visitatori potranno ammirare la concept car elettrica NUVU, che offre la stessa tecnologia a batterie agli ioni di litio che alimenterà i nuovi veicoli elettrici Nissan.

All'apertura dell'evento sono state inoltre presentate le iniziative concrete previste dal piano, come l'ampliamento dell’attuale rete di ricarica da 176 a 300 stazioni entro il 2011 con l'aggiunta di 3 stazioni di ricarica rapida.

Al Governo di Monaco il compito di offire incentivi per l’acquisto di veicoli elettrici, lintroduzione di una legge che prevede che dal 2011 il 50% dei veicoli acquistati per le flotte pubbliche debbano essere a emissioni zero. Altre misure sono allo studio, come per esempio tariffe di parcheggio ridotte, sistemi di accesso preferenziale e finanziamenti agevolati.

«Fin dall’inizio abbiamo capito che la mobilità a emissioni zero è un aspetto che va ben al di là del veicolo in quanto tale», ha affermato Eric Nicolas, Senior Vice President di Nissan Intrernational SA. «Perché abbia successo, occorre, infatti, un’intensa collaborazione con le autorità governative e con gli altri partner».

“Renault e Nissan sono tra i primi costruttori a fornire esempi tangibili di progresso e mi auguro che possano ricevere tutto il supporto necessario per portare avanti il loro progetto”.
“Attraverso la partnership con l’Alleanza, Monaco sta creando le condizioni da cui l’ambiente trarrà beneficio negli anni a venire”, ha detto Eric Nicolas, Senior Vice President di Nissan, International SA.

Tags: motore elettrico , ioni di litio , auto elettrica , efficienza energetica , Renault , infrastrutture , istituzioni , Nissan , finanziamenti , ecochic

Autore: Giuseppe Gandolfi

 

Segnala l'articolo:                         

Giudica l'articolo:

Lascia un commento

Aggiungi il commento