L'Elettrico di Daimler tra Golfo Persico e Michigan

Investimenti per lo sviluppo dell'elettrico e nuovi centri R&D

Non è una notizia se uno stato del golfo persico acquista azioni di marchi di lusso come Ferrari. E' una notizia quando investono parte del loro denaro per lo start up di auto elettriche. Dopo Fisker Automotive e Zap, Daimler.

Daimler ha venduto azioni per un totale di 2,7 miliardi di dollari alla Aabar Investment, il fondo del governo dell'emirato di Abu Dhabi, facendo diventare Aabar il nuovo maggiore azionista del gruppo. Grazie ad un accordo comune, le due società hanno dichiarato che l'investimento servirà a sostenere lo sviluppo dei veicoli elettrici e di materiali leggeri per veicoli. L'emirato, che controlla anche l'International Petroleum Investment Company, sembra dunque anche credere nella mobilità ad emissioni zero o prossime allo zero.

Per portare avanti la propria strategia globale in materia di veicoli elettrici, Daimler approderà anche in Michigan, dove è già presente GM, grazie ad accordi con la città di Ann Arbor per costruire una struttura R&D di veicoli ibridi e elettrici. La struttura Daimler a Troy, Michigan, dovrebbe essere invece rilocalizzata.

La struttura, che occuperà 6 038.6976 metri quadri, si chiamerà The Mercedes-Benz Engineering Center for Powertrains USA e svilupperà principalmente trasmissioni ibride e motori elettrici.

Tags: motore elettrico , zero emissioni , auto elettrica , auto ibrida , efficienza energetica , ibrido , USA , medio oriente , ricerca , finanziamenti

Autore: Giuseppe Gandolfi

 

Segnala l'articolo:                         

Giudica l'articolo:

Lascia un commento

Aggiungi il commento