Lotus Eco Elise al British International Motor Show

Agave, lana e canapa diminuiscono peso ed emissioni aumentando il piacere di guida

Chi è scettico sul fatto che le sportive possano essere “verdi” dovrà ricredersi: dopo la Lotus Trifuel ecco svelato al British International Motor Show un nuovo prototipo, la Eco Elise. Rappresenta l’incarnazione di un’idea aziendale di auto ecologica nel suo intero ciclo vitale: l’energia consumata nella produzione è stata ridotta alla luce delle 3 R (Reduce Re-use Recycle) e l’impatto ambientale dei materiali biologici e biodegradabili è studiato sin dal momento in cui partono per la fabbrica Lotus: la canapa per i pannelli della carrozzeria e lo spoiler viene ricavata da coltivazioni vicine affinchè le emissioni generate dal trasporto siano inferiori.

Completano il quadro la lana ecologica per i sedili, agave per i tappetini, mentre la verniciatura viene eseguita secondo una nuova tecnologia a base d’acqua che riduce le emissioni derivate dai solventi. Sull’hard top sono integrati dei pannelli solari in aiuto della batteria.

Il prototipo è stato quindi complessivamente alleggerito di 32 kg rispetto alla Elise S, adottando tra l’altro dei cerchi più leggeri che tolgono 15,8 kg al modello precedente. La cura dimagrante contribuisce così a ridurre le emissioni, con l'aiuto ad un display che suggerisce quando cambiare marcia, ma soprattutto è in sintonia con la filosofia Lotus: "Performance through light weight", aumentare le prestazioni riducendo il peso.

Autore: GIUSEPPE GANDOLFI

 

Segnala l'articolo:                         

Giudica l'articolo:

Lascia un commento

Aggiungi il commento