Motor Show: Polo Mobilità e Polo Idrogeno ad Innovation Cube

La Regione Lazio si candida alla leadership delle Rinnovabili

Fotogallery Il Polo Mobilità Sostenibile ed il Polo Idrogeno della Regione Lazio hanno incontrato il pubblico del Motor Show e hanno presentato l'esperienza del progetto del Polo della Mobilità e di quello Idrogeno.

La struttura denominata Powerlab, sede del polo idrogeno, ospiterà uffici, laboratori, essendo già stata fatta la progettazione architettonica e energetica. La caratteristica principale della struttura sarà l'autosostenibilità: l'energia che utilizzerà sarà autoprodotta solo da fonti rinnovabili, mediante le coperture con pannelli fotovoltaici, piccole turbine microeoliche, impianto di gassificazione da biomassa per produrre idrogeno. In questo modo produce il doppio dell'energia che consuma, e si possono percorrere 700000 km con l'idrogeno ricavato.

Nello spazio incontro di Innovation Cube al Motor Show di Bologna l'ing. Martellucci ricercatore della Sapienza Università di Roma ha fornito una panoramica sulle tecnologie orientate al minore impatto ambientale. In questa prospettiva ha presentato il prototipo dell'Urb-e, un progetto di auto per la città sviluppato dall'ENEA in collaborazione con Sapienza Università di Roma e Roma Tre. Si tratta di una microcar ibrida con sistema di accumulo e condensatori. Offre consumi ridotti, nell'ordine di 50 km con un litro, avendo anche un motore elettrico da 16 Kw .

Matteucci è responsabile del reparto prototipi del polo, battezzato con il nome Pomos (Polo per la Mobilità Sostenibile). La sede operativa è a Cisterna di Latina, comune che ha fornito all'università uno stabilimento industriale ristrutturato, che adesso offre 1400 mq di officine e laboratori, 800 di uffici. Il polo è impegnato nello sviluppo di prototipi e di veicoli zev (zero emission vehicle) e ulev (ultra low emission vehicle). Inaugurato il 24 novembre, catalizza l'interesse di aziende medie e piccole che propongono veicoli ecologici ed è attivo nell'area della formazione come ad esempio con l'istituzione della summer school per dottorandi all'isola di Ventotene. In quest'area la Regione Lazio ha fatto un progetto di annullamento delle emissioni inquinanti dei veicoli che la percorrono.

Mettere in contatto l'università e le piccole e medie imprese potrebbe quindi essere un fattore chiave per uscire dalla crisi.

Tags: idrogeno , motore elettrico , fonti rinnovabili , zero emissioni , università , riduzione emissioni , auto ibrida , Motor Show , efficienza energetica , riduzione consumi , ibrido , ricerca , Sapienza Università di Roma , ENEA , fotovoltaico , Innovation Cube , eolico , Polo Idrogeno Lazio , Regione Lazio , crisi economica , Pomos , pmi

Autore: Giuseppe Gandolfi

 

Segnala l'articolo:                         

Giudica l'articolo:

Lascia un commento

Aggiungi il commento