Tata presenta il prototipo della Indica elettrica

Sul mercato il prossimo anno in Norvegia e tra due anni in India, in attesa delle infrastrutture

Motorizzare una nazione grande come l’India e allo stesso tempo cavalcare l’onda dei carburanti alternativi non è indubbiamente cosa da tutti. Almeno per Tata, che, se da un lato offre all'India un'auto low cost in un clima quasi da boom economico, volge dall'altro la propria attenzione all’elettrico.

Tata Motor ha svelato al SIAM, l'esposizione annuale dei produttori indiani a Nuova Delhi i prototipi delle versioni elettriche dell’Indica e della Ace. Utilizzano batterie agli ioni di litio importate e sviluppate dalla divisione ricerca di Tata Motors UK, in collaborazione con una società norvegese di carburanti alternativi.

La Indica elettrica dovrebbe essere lanciata in Norvegia il prossimo anno, poiché secondo quanto affermato da Ravi Kant, Presidente di Tata Motors, “La Norvegia ha le infrastrutture necessarie all’auto elettrica, mentre l’India no, saranno necessari ancora due anni per venderla localmente”.

Nella Indica elettrica alloggiano di gruppi batteria che a piena carica offrono circa 8 ore di viaggio, per un percorso tra i 175 e 200 kilometri.

Tags: auto elettrica , infrastrutture , India , Tata

Autore: GIUSEPPE GANDOLFI

 

Segnala l'articolo:                         

Giudica l'articolo:

Lascia un commento

Aggiungi il commento